uauarte200

Dieci giornate a Milano interamente dedicate all’arte non convenzionale

Milano e l’Arte che Cambia

Da tempo, ormai, Milano ha assunto le caratteristiche di capitale italiana della cultura, di centro nevralgico di interscambio fra mondo dell’economia e quello dell’arte; una città attrattiva per il turismo, capace di ascoltare e di rispondere a quanto il territorio (cittadini, istituzioni, imprese, aziende …) propone.

Una Milano in cui si è capaci di dar vita a forme sempre nuove e attrattive di arte diffusa, inclusiva, creativa e internazionale, destinata a tutta la popolazione, senza distinzione di etnìa, cultura, genere, età, stato sociale.

UAU! Festival si inserisce in questa rutilante e complessa metamorfosi cercando di cogliere gli aspetti innovativi dei prodotti artistici e di favorirne la produzione.

Comunicare è Vita!

E l’Arte è la miglior Forma di Comunicazione!

In dieci giornate, UAU! Festival porterà nelle strade e nei luoghi più frequentati della nostra città varie forme d‘arte:

*installazioni artistico-pubblicitarie

*mostre d’arte

*performances artistiche

Sinergia fra Mondo dell’Arte e Mondo Economico

Ma l’arte, come la storia insegna, ha bisogno di supporto economico: è grazie ai mecenati, ai regnanti, ai potenti (in Italia il più grande “mecenate” è stata la Chiesa) che l’artista può lavorare e produrre.

UAU! Festival si propone di creare un solido tessuto connettivo fra aziende e artisti per migliorare (e rendere più efficace) la comunicazione delle prime, e per creare le condizioni per le quali artisti siano messi in grado di esprimere al meglio il loro talento e la loro creatività. A tale proposito potranno essere proposti da parte degli artisti dei progetti creativi che verranno pubblicati sul sito UAU!Festival e resi visibili e disponibili alle aziende che vorranno realizzarli in collaborazione con gli ideatori.

Visibilità per gli Artisti (sul territorio e nel web)

Saranno presenti forme tradizionali d’arte e forme di nascita recente, in un elenco che vede pittura, scultura, musica, danza, teatro, poesia/narrativa, street art, visual art, moda e design, scenografia, architettura, tattoo, food art e quanto emergerà nel corso della preparazione del Festival

Gli artisti che parteciperanno avranno a disposizione una postazione in luoghi di grande visibilità, nei quali allestire le loro opere o dar vita alle loro performances. Verranno individuati spazi esterni e interni nei quali effettuare le installazioni: spazi che saranno concessi dal Comune, dai singoli Municipi della città, da istituzioni, da privati.

I Municipi di Milano e le Periferie

I Municipi milanesi parteciperanno al Festival con la segnalazione di artisti, la concessione di spazi di loro competenza, la diffusione del programma presso aziende e attività commerciali della zona.

Sarà una sinergia che mostrerà come l’arte possa migliorare la qualità della vita anche nelle zone più disagiate, anche attraverso laboratori attivati nelle scuole e aperti ai cittadini.

I Premi

Sono previsti premi per le singole categorie artistiche e per le migliori e più innovative installazioni delle aziende. Premi speciali sono previsti anche per i lavori delle scuole.

Una commissione di alto profilo valuterà le opere e le installazioni.

Ma ricordiamo che anche i cittadini potranno dare la loro valutazione sulle opere e giudicare artisti e installazioni aziendali.

                                                                                            Giuliana Nuvoli